Distretti Sanitari Distretti Sanitari

Il Distretto, con attenzione alle reali necessità, aspettative e preferenze dei cittadini, è l'interfaccia tra le persone e la sanità.
Il Distretto si configura infatti quale principale punto d'accesso, non solo ai servizi distrettuali ma alla rete generale dei servizi sanitari e sociosanitari.
Al Distretto compete la funzione di accoglienza e informazione, l'adozione di percorsi di cura ed assistenza in integrazione e continuità tra di loro (servizi sociali - servizi sociosanitari - servizi sanitari territoriali e sevizi sanitari ospedalieri) nell'ottica del "prendersi cura" e della personalizzazione degli interventi, nonchè dell'attivazione di tutte le risposte necessarie in relazione al  reale bisogno di salute e alle risorse disponibili.

I 158 Comuni dell'ASL Salerno fanno riferimento a 13 Distretti Sanitari: elenco Comuni con riferimento al numero identificativo del Distretto Sanitario (DS).
Le attività dell'assistenza distrettuale si articolano nelle seguenti unità operative:

Assistenza sanitaria di base

Assistenza materno-infantile

I servizi "Materno Infantile" attraverso i Consultori familiari si occupano  della tutela della salute psicofisica del bambino, dell'adolescente, della donna, della coppia e della famiglia attraverso:

  • assistenza alla donna in gravidanza, la tutela della procreazione cosciente e responsabile, l'interruzione volontaria della gravidanza
  • visite ginecologiche
  • pap-test
  • screening per prevenzione tumore collo dell'utero (pap-test) e per prevenzione tumore alla mammella
  • psicoterapia individuale e di coppia, il counseling familiare
  • prevenzione ai disturbi della menopausa
  • integrazione scolastica degli alunni con disabilità
  • visite di neuropsichiatria infantile
  • visite pediatriche
  • spazio adolescenti

Disabilità: riabilitazione e protesica

I servizi di "Riabilitazione e protesica" si occupano di:

  • accettazione della domanda e identificazione del percorso terapeutico dell'utente
  • informazione e  erogazione di protesi e ausili - per incontinenza/pannoloni
  • prescrizioni per la formulazione del piano terapeutico-riabilitativo
  • controllo e verifica periodici del piano terapeutico--riabilitativo

Cronicità: geriatria, cure domiciliari, cure palliative

Linee di attività:

  • definire appropriati percorsi di cura che identifichino le fasi, le sedi, i servizi e le prestazioni da erogare in base allo stadio di salute della persona anziana
  • assicurare la prevenzione e il controllo della cronicità sulla fascia di popolazione anziana che è la più esposta a problemi di salute di natura cronica
  • attivare le Cure domiciliari per mantenere il più a lungo possibile la persona non autosufficiente al proprio domicilio riducendo al minimo il rischio di istituzionalizzazione
  • combattere il dolore-inutile e la sofferenza che ne deriva fornendo alla persona non autosufficiente e all'intero nucleo familiare un adeguato sostegno attraverso la rete delle cure palliative
  • attivare il ricovero in Hospice quando la persona non può più essere assistita presso il proprio domicilio, o nei casi in cui è necessario alleggerire temporaneamente la famiglia dal carico sostento (ricovero di sollievo).

Per ulteriori informazioni visita le pagine  "Cure Domiciliari"  e  "Hospice"

 

Assistenza farmaceutica

Il "Servizio Farmaceutico distrettuale" si occupa della distribuzione di:

  • farmaci prescritti all'esito della visita ambulatoriale presso i distretti sanitari, necessari al primo ciclo di terapia dietro presentazione di ricetta medica specialistica e/o piano terapeutico (tranne i farmaci di fascia C e stupefacenti) 
  • farmaci con particolari profili clinico-terapeutici la cui prescrizione è riservata a Centri Prescrittori Specialistici individuati dalla Regione
  • farmaci classificati in fascia H, ma che possono essere adoperati anche a domicilio del paziente per terapie programmate, per i quali è previsto un piano terapeutico emesso da strutture pubbliche e i farmaci innovativi non ancora registrati in Italia e per indicazioni non ancora autorizzate, ma inseriti nell'elenco della Legge 648/96.
  • farmaci e dispositivi medici posti a carico del SSN a favore di pazienti in ADI (Assistenza Domiciliare Integrata), in dimissione protetta, in nutrizione artificiale, in terapia antalgica,  e a favore di pazienti affetti da fibrosi cistica, talassemia, malattie rare
  • dispositivi medici per assistenza protesica destinata a pazienti incontinenti e stomizzati 
 

 Per ulteriori informazioni visita le pagine di "Farmaceutica"

Altri Servizi Altri Servizi

Centri Anti Diabete - CAD

I CAD (Centri Anti Diabete) assicurano:

  • visite specialistiche diabetologiche
  • visite specialistiche, per screening delle complicanze, oculistiche, cardiologiche, neurologiche, nutrizionale, chirurgiche del piede diabetico
  • prelievi ematici per controlli di laboratorio
  • piani terapeutici per materiale di consumo per autocontrollo glicemico
  • percorsi di educazione terapeutica per l'attuazione del corretto stile di vita
  • percorso di educazione terapeutica dell'autogestione del monitoraggio glicemico e dei presidi terapeutici
  • iniziative di istruzione ed educazione per le famiglie delle persone con diabete

L'offerta sanitaria viene espletata attraverso i seguenti CAD:

CAD Distretto 60 - Nocera Inferiore

CAD Distretto 63 - Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi

CAD Distretto  64 - Eboli - Buccino

CAD Distretto 66 - Salerno

CAD Distretto 70 - Valo della Lucania - Agropoli

CAD Distretto 72 - Sala Consilina - Polla

 

Medicina Legale

La "Medicina Legale" si occupa di attività medico-legali. Di seguito sono elencate le certificazioni che si possono richiedere presso questo servizio e le altre attività erogate:
 
  • Accertamenti necroscopici ai sensi del DPR 285/90 compresi i riscontri diagnostici;
  • Adozioni internazionali;
  • Cessione V stipendio;
  • Computo giorni di malattia per grave patologia;
  • Concessione contrassegno invalidi;
  • Esami tempi di reazione semplici e complessi;
  • Esenzione uso cinture di sicurezza;
  • Gravidanza a rischio;
  • Idoneità impiego;
  • Idoneità maneggio materiale esplodente o impiego gas tossici;
  • Idoneità per uso scolastico;
  • Idoneità per Steward;
  • Idoneità psicofisica alla guida per il rilascio/rinnovo patenti autoveicoli e natanti;
  • Idoneità psicofisica all'attività lavorativa:  
  • Idoneità psicofisica al porto e alla custodia di armi;
  • Legge 210/92;
  • Relazioni medico/legali per danno alla persona;
  • Patentino per conduttori di caldaia ecc.
  • Visite fiscali per il personale escluso dal D.L. n.75 del 25.05.17;
  • Visite di controllo sullo stato di salute da effettuare a detenuti o familiari di essi, su richiesta del tribunale di sorveglianza per il tramite delle forze dell'ordine;
  • Visite medico legali richiesta dalle Autorità Giudiziarie.

Le patenti speciali vengono rilasciate dalla Commissione Medico Legale Provinciale  con sede presso questo Distretto Sanitario

Ufficio socio sanitario

L'Ufficio Socio-Sanitario è collegato funzionalmente al Coordinamento Socio-Sanitario aziendale in stretto rapporto con il Direttore del Distretto e con i servizi distrettuali. L'Ufficio supporta la direzione distrettuale nella programmazione e realizzazione dell'integrazione tra le attività di assistenza territoriale, con l'assistenza sociale e sovrintende ai processi delle attività di accoglienza e prima valutazione (PUA).
L'Ufficio Socio-Sanitario coordina le attività di valutazione multidimensionale (UVI)  e i Progetti Assistenziali Individuali (PAI), precisando che la gestione di questi ultimi è di competenza dei servizi distrettuali.

Unità Operative Dipartimentali Unità Operative Dipartimentali